Matelight


Molti dei più moderni hackerspace europei hanno un muro fatto di bottiglie di vetro vuote e led programmabili. Sarebbe bello averne uno da esporre anche in università. Una volta realizzata la prima versione del muro, tanti altri progetti di tesi saranno disponibili per poterlo sfruttare appieno.

NB: Prima di iniziare, verificare che il materiale sia arrivato e sia disponibile.

NOTA STORICA: Il nome Matelight deriva dalle bottiglie di Club-Mate usate per costruirlo. Tuttavia, a causa della scarsa reperibilità di tale bevanda in Italia valutiamo di usare comuni bottiglie di birra.


PREREQUISITI

  • Buona dose di manualità e pazienza
  • Riuscire a sollevare una cassa di 25 birre (vuote)
  • Riuscire a bere 25 birre nel caso in cui quelle del punto precedente cadessero e si rompessero

MATERIALE


PROGETTI DI TESI

  • [Triennale] Realizzazione del muro come spiegato nella guida di Github.
    • Le mansioni del tesista prevedono assemblaggio delle bottiglie con la carta stagnola e i led, il cablaggio, il fissaggio delle cassette e infine il montaggio del muro in una zona dell’università giudicata idonea.
    • Vista la quantità e il volume del materiale, per svolgere la maggior parte del lavoro è necessario essere presenti in università e lavorare “in loco”.
    • La difficoltà di questo progetto di tesi non è alta, bisogna solo avere tanta buona volontà.